Questa prima settimana di inizio gennaio è stata faticosa. Rientrare nei ritmi serrati delle mattine, fatte di corse e di litigi con l’orologio, che sembra essere sempre più avanti di noi. Le bimbe fanno fatica a svegliarsi al mattino ed è subito una rincorsa del tempo che, inesorabile, sfugge. Mi sembra tutto troppo veloce. Vorrei che il mondo rallentasse un pochetto; vorrei un caffè mentre guardo le mie bimbe fare una colazione lenta e senza guardare l’orologio. E vorrei godermi una passeggiata lenta fino a scuola, con le mie bimbe per mano. E senza ripetere incessantemente – veloci altrimenti tardiamo – . Ma loro sembrano non comprendere e un po’ le capisco. Sogno una scuola a misura di bambino, dove ci siano tutte le materie del mondo a tutte le ore e i piccoli possano scegliere, secondo le loro inclinazioni, quali lezioni seguire. Sogno la scuola piena di insegnanti e non pochi e organicamente insufficienti, come invece in molte realtà accade. Vorrei per loro una lezione quotidiana in giardino, con neve, pioggia o vento per fare ogni bimbo contento. Studiare un albero, un fiore o un filo d’erba. Guardare gli uccellini e domandarsi come vivano durante l’inverno, loro che fuori ci vivono tutto il tempo. Mentre scrivo, le piccole sono intente a giocare. E tutto questo per loro lo sogno adesso, spero si avveri presto!

Informazioni su Parole Delicate

Racconti, pensieri e vita di Alice, una mamma tris
Link | Questa voce è stata pubblicata in Love is all around. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Prima settimana di rientro

  1. Ehipenny ha detto:

    Anche i bambini secondo me lo sognano 🙂

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...