Consapevolezza

Questa pandemia ci ha reso consapevoli. Sì, tutti, indistintamente. Prima di lei, vivevamo sovrappensiero a tratti, tra un dovere e un diritto. E tiravamo dritto, senza tanta paura. Rincorrevamo giorni e ore, a fare cose, il tempo sembrava eterno, apparentemente padroni di dargli un senso. E poi tutto è cambiato. Ed è stato così anche per i legami, siamo riusciti a distinguere, in maniera nitida, quelli che contano da quelli che “da soli è meglio”. I primi sono diventati ancora più forti e stretti, come nodi impossibili da sciogliere. Altri, invece, si sono sciolti per non legarsi più. Non è forse questa una conquista? Certo non sappiamo cosa ci riserverà il futuro, ma sappiamo perfettamente chi avremo accanto, anche nella tempesta. Grata.

Pubblicato in Racconti e dintorni | Lascia un commento

Il viaggio

Adoro il viaggio, con qualsiasi mezzo, per ogni dove. L’importante è andare. Però, il mezzo che più amo, che rievoca momenti di condivisione e di grandi attese prima di scorgere il mare è lui, il treno. Metafora di questo viaggio che ognuno di noi sta facendo dentro se stesso, in un momento storico indelebile ormai. Ne usciremo sì vincitori, ma diversi, poiché la consapevolezza generata da questa tempesta sarà immensa.

Pubblicato in Racconti e dintorni | 2 commenti

Il Papà 

Questa galleria contiene 4 immagini.

Originally posted on Parole Delicate :
Oggi è la festa del papà. Per tutti i bambini, vorrei un papà che sia presente anche più della mamma, che ci sia e non solo nell’eccezione, ma nella quotidianità. Che ricopra un ruolo paritario al fianco della propria…

Altre gallerie | Lascia un commento

La forza del singolo

Al Presidente della mia Regione, il Piemonte.


Buongiorno. Provate a valutare la chiusura di quelle scuole dove sia stato effettivamente accertato un incremento dei contagi. Contattate le dirigenze dei vari plessi scolastici e, tramutando i numeri in un’indagine statistica, cercate di capire quali scuole possano rimanere aperte e quali debbano rimanere chiuse. Fare un discorso più mirato e specifico del territorio, all’Interno dello stesso distretto, contemplando ogni singolo comune e ogni singola scuola, credo sia la scelta corretta, per gli alunni e per le famiglie. Pensiamo a tutti i sacrifici che abbiamo fatto fino a oggi. Li vogliamo vanificare con una scelta di questo tipo? Lei ha il dovere di preservare anche l’aspetto sociale che la scuola promuove. Scelga una soluzione migliore. Questa non lo è.

Pubblicato in Racconti e dintorni | Lascia un commento