Il profumo dell autunno

Profumi, memorie, attimi di vita che, in un batter di ciglia, bussano alla porta dei ricordi. Di me bambina, con i capelli lunghi e ribelli, intenta a salire le scale del palazzo di nonna Pina. Correvo verso quel terzo piano di un palazzo bianco di periferia, che era stato costruito nella stessa via della mia scuola elementare. Sono passate da poco le 16,30 e mi catapulto su, con la gioia nel cuore. Le mie narici odorano il profumo dell’autunno, che scende fin giù nell’androne; quello delle caldarroste, le vedo su quella padella incandescente, che nonno manovrava con maestria di artista circense, in un piccolo cucinino, che si trasformava, solo per noi nipoti, in un palcoscenico. E penso all’amore nel sbucciarle, ancora bollenti, fra le sue mani indefesse.
Fanno così i ricordi, quelli belli, arrivano senza avvisare, entrano e ci scompigliano l’anima.

About Parole Delicate

Mamma tris e coltivatrice di sogni
This entry was posted in Racconti e dintorni and tagged , , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to Il profumo dell autunno

  1. Beppe says:

    Bellissima. Quanti ricordi.
    Sei troppa brava nel raccontare queste uniche e importanti momenti di amore

    Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.